Post più popolari

lunedì 22 dicembre 2014

IL GIUDIZIO UNIVERSALE: RINATO A NUOVO SPLENDORE DOPO I RESTAURI




Siamo lieti di comunicare che sono stati in gran parte smontate, dopo undici mesi, le impalcature all'interno della chiesa di Santa Maria delle Armi. Impalcature che hanno reso possibili i delicati lavori di restauro degli apparati decorativi delle volte, con il monumentale Giudizio Universale del XVIII secolo.



Volta centrale, Giudizio Universale



Ritornano così alla vista del pubblico, rivestiti di nuova luce (e protetti dall'umidità), gli straordinari affreschi settecenteschi e gli stucchi dei due arconi dorati che caratterizzano da secoli l'aspetto della piccola chiesa rupestre.



Particolare

Restano, tuttavia, le protezioni dell'altare maggiore, per permettere da gennaio l'inizio dei lavori di "somma urgenza" del Ministero dei Beni Culturali finalizzati al restauro e allo studio degli affreschi medievali rinvenuti, com'è noto, nel corso dei restauri.


La FONDAZIONE coglie l'occasione per ringraziare le ditte MIRABELLI e DIARCO (la prof.ssa BOSCO e l'architetto VENNERI), la Direzione dei lavori (architetto PARRILLA e l'ingegnere SIRIANNI), il Rup (architetto MARTINO) e il COMUNE di Cerchiara, per aver permesso, accogliendo le istanze della Fondazione, di terminare questo primo importante segmento di restauro a ridosso delle Feste natalizie cosi da dare la possibilità ai numerosi devoti, turisti ed emigrati di ammirare la chiesa e il suo nuovo splendore.

Avv. Luca Franzese
Presidente Fondazione Santa Maria delle Armi

mercoledì 29 ottobre 2014

VISITA DEL DIRETTORE PROSPERETTI AL SANTUARIO

Affreschi medievali: in programma approfonditi esami diagnostici e di studio 

Si è svolta ieri la visita al Santuario della Madonna delle Armi da parte del Direttore della Sovrintendenza per i Beni Architettonici e Artistici della Calabria, architetto Francesco Prosperetti. Il dirigente del Ministero dei Beni e le Attività Culturali, accompagnato dall'architetto Mariano Bianchi della Sovrintendenza per i Beni Architettonici della provincia di Cosenza, è stato accolto, in rappresentanza della Fondazione di santa Maria delle Armi, dal Presidente l'avv. Luca Franzese.

L'Arch. Bianchi, l'Avv. Franzese e l'Arch. Prosperetti 


Il sopralluogo, che si è svolto a pochi giorni dal finanziamento di somma urgenza da parte del Ministero dei Beni e Attività Culturali (100 mila euro finalizzati ad un primo recupero degli affreschi medievali rinvenuti nel corso del recente restauro), ha avuto quale obiettivo l'individuazione delle priorità, delle emergenze e delle modalità da pianificare. Gli orientamenti emersi da parte dello stesso Direttore Prosperetti sarebbero quelli di utilizzare la somma stanziata per la messa in sicurezza degli affreschi ritrovati e l'avvio di approfonditi esami diagnostici e di scavo per lo studio e la scoperta dell'intero originario impianto della Chiesa del Santuario e del suo apparato figurativo.

venerdì 17 ottobre 2014

DON MAURIZIO E' IL NUOVO RETTORE

DON MAURIZIO BLOISE È IL NUOVO RETTORE DEL SANTUARIO DIOCESANO DI SANTA MARIA DELLE ARMI

Don Maurizio Bloise

La Fondazione Santa Maria delle Armi annuncia che il Santuario Diocesano della Madonna delle Armi ha il suo nuovo Rettore, don Maurizio Bloise, giovane sacerdote originario di Cassano Ionio.
Don Maurizio è anche il nuovo parroco di San Lorenzo Bellizzi e insegnante di Religione alle medie del piccolo centro del Pollino.
Ieri si è svolto formalmente l'insediamento di Don Maurizio Bloise in seno al Consiglio di Amministrazione della Fondazione. Il Presidente, Luca Franzese,  la Vice Presidente, Pasqualina Valentini, i Consiglieri Salvatore Oriolo, Luigi Ramundo, il segretario Bonifacio Lauria e l'economo Giampiero Pesce hanno dato il benvenuto, presso la sede storica della Fondazione, al nuovo Rettore augurandogli di svolgere il proprio compito con successo e sotto la benenvolenza della Sacra Vergine delle Armi, protettrice instancabile dei propri devoti e di tutti i bisognosi.

Allo stesso modo, l'intero Cda ha ringraziato il precedente rettore Padre Domenico Cirigliano per l'intenso lavoro svolto in questo lustro in qualità di padre spirituale, periodo in cui tutti i devoti della Madonna delle Armi hanno potuto scoprire le sue doti di umiltà e la sua profonda conoscenza della Parola di Dio.

Don Maurizio Bloise, nel confermare l'orario della Santa Messa domenicale al Santuario alle ore 17, dalle 16 nei giorni festivi sarà presente al Santuario per le confessioni dei fedeli.

giovedì 11 settembre 2014

INTERRUZIONE STRADA DOMENICA 14.09.2014

SI INFORMANO I DEVOTI E I VISITATORI 
CHE IL COMUNE DI CERCHIARA CI HA APPENA COMUNICATO CHE LA STRADA PROVINCIALE 162 SARÀ CHIUSA AL TRAFFICO DOMENICA 14 PER UNA MANIFESTAZIONE SPORTIVA DALLE ORE 8:30 SINO ALLE ORE 16. 

IL SANTUARIO SANTA MARIA DELLE ARMI SARÀ QUINDI IRRAGGIUNGIBILE DA CERCHIARA IN TALE ORE.

LA S. MESSA DELLE 18 SI SVOLGERA' REGOLARMENTE.


venerdì 18 luglio 2014

GLI AFFRESCHI RITROVATI


Per i lavori di restauro del Santuario di Santa Maria delle Armi, affidati alla ditta di fiducia del MIBACT Gianfranco Mirabelli di Rende ed eseguiti dai restauratori Monica Venneri, Battista Salemme e Francesco Musolino della ditta Mirabelli, erano previsti saggi stratigrafici sulla parete dell’abside ai lati dell’altare dove dalla documentazione fotografica più antica risultavano presenti delle pitture murali. Da altra documentazione della metà degli anni 50 del novecento, con cui si chiedeva l’autorizzazione alla Soprintendenza di Cosenza  a decorare con una scena raffigurante il miracolo della Madonna delle Armi la parete destra dell’abside, si faceva però riferimento all’abbattimento e ricostruzione della  stessa parete.
Nella definizione delle zone su cui si sarebbero dovuti effettuare i saggi si sceglieva di iniziare dalla parete di sinistra al lato dell’altare maggiore dove, da una fessura profonda trenta centimetri, si intravedeva un lacerto di colore giallo. Dopo aver sottoposto ad analisi con XRF il colore a cura di Diarco spin off dell’università della Calabria, società incaricata di eseguire gli esami diagnostici delle opere pittoriche del Santuario si è proceduto alla rimozione stratigrafica delle murature fino al recupero di un importante affresco ascrivibile al secolo XIII raffigurante l’Arcangelo Gabriele.
Un secondo saggio è stato effettuato poi sulla parete di  destra  dell’altare maggiore dove veniva scoperto, su una nuova parete trasversale a quella  dietro l’altare, un affresco raffigurante una Madonna ascrivibile al secolo XV, mentre è chiaramente visibile sulla stessa parete un secondo affresco  con una mano benedicente alla maniera orientale. Tale affresco non è stato scoperto per ragioni di sicurezza.
Sulla parete sinistra accanto all’affresco raffigurante l’Arcangelo Gabriele si scopriva un varco che dava la possibilità di ispezionare la parete retrostante all’altare maggiore. E’ risultato evidente che dietro l’abside c’e un affresco raffigurante la Vergine con il Bambino ascrivibile agli inizi del XIII secolo.


Questa scoperta è di assoluta importanza in quanto definisce dal punto di vista degli studi un’origine più antica del Santuario, forse rifugio di monaci orientali che sfuggivano inizialmente alla persecuzione iconoclasta di Leone III Isaurico e in seguito alla pressione araba in Sicilia. L’ipotesi era stata già avanzata dallo storico dell’arte Paolo Franzese che aveva indicato una datazione più antica. E’ prevista la revisione del progetto per il recupero e la valorizzazione dell’antico impianto e dei preziosi affreschi nell’assoluto rispetto degli ampliamenti realizzati dai principi Sanseverino nei secoli XVI e XVII e dei principi Pignatelli nel secolo XVIII. L’importante ritrovamento restituirà agli studi documenti importanti su cui ridefinire percorsi storici e storico artistici.

Madonna con il Bambino

Arcangelo Gabriele

Madonna con il Bambino (part.)
Un momento della conferenza stampa.


La prima pagina de Il QUOTIDIANO 21.07.2014


Sono intervenuti alla conferenza stampa di oggi 18.7.2014 presso il santuario:

Il Sindaco del Comune di Cerchiara dott. Antonio Carlomagno,
Il Presidente della Fondazione del Santuario Santa Maria delle Armi di Cerchiara avv. Luca Franzese
Il rettore del Santuario Santa Maria delle Armi padre Domenico Cirigliano
Il Soprintendente B.A.P per le provincie di CS, CZ e KR
arch. Luciano Garella
L’arch. Mariano Bianchi della Soprintendenza BAP
La dott. Rosanna Caputo della Soprintendenza BSAE
I progettisti e direttori dei lavori arch. Francesco Parrilla eding. Salvatore Sirianni
La ditta Gianfranco Mirabelli di Rende esecutrice dei lavori
Il prof. Giuseppe Chidichimo presidente di DIARCO spin off dell’Università della Calabria
Lo storico dell’arte, responsabile del progetto di diagnostica per Santa Maria delle Armi di Diarco spin off dell’Università della Calabria dott.ssa Stefania Bosco

                                                          

                                                          

martedì 15 luglio 2014

CONFERENZA STAMPA: GLI AFFRESCHI RITROVATI.

 Santa Maria delle Armi, venerdì 18 luglio ore 12.

_
Il sindaco del Comune di Cerchiara dott. Antonio Carlomagno
Il presidente della Fondazione Santa Maria delle Armi
avv. Luca Franzese
Il rettore del Santuario Santa Maria delle Armi
padre Domenico Cirigliano
Il direttore regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Calabria arch. Francesco Prosperetti;
Il soprintendente per i B.A.P per le provincie di CS, CZ e KR
arch. Luciano Garella
L’arch. Mariano Bianchi della Soprintendenza per i BAP
La dott.ssa Rosanna Caputo della Soprintendenza per i BSAE;
I progettisti e direttori dei lavori arch. Francesco Parrilla ed
Ing. Salvatore Sirianni
La ditta di fiducia del MIBACT esecutrice dei lavori di restauro Gianfranco Mirabelli di Rende
Il presidente di DIARCO (spin off dell’Università della Calabria) prof. Giuseppe Chidichimo
Lo storico dell’arte, responsabile del progetto di diagnostica di Diarco per Santa Maria delle Armi dott.ssa Stefania Bosco;

venerdì 18 luglio alle ore 12
presso il Santuario Santa Maria delle Armi
presenteranno
in conferenza stampa
la scoperta dell’antico impianto e degli affreschi  
          
Icona lignea - Santa Maria delle Armi, part.

 La scoperta è di notevole importanza in quanto definisce l’origine più antica di questi luoghi forse rifugio di monaci orientali che sfuggivano inizialmente alla persecuzione iconoclasta di Leone III Isaurico ed in seguito alla pressione araba in Sicilia. E’ prevista la revisione del progetto di restauro in corso con un intervento del MIBACT per il recupero e la valorizzazione dell’antico impianto e dei preziosi affreschi pur nell’assoluto rispetto degli ampliamenti e modifiche realizzati dai principi Sanseverino nel XVI secolo e successivamente dai principi Pignatelli di Cerchiara. Lo straordinario ritrovamento restituisce agli studi documenti importanti su cui definire nuovi percorsi storici e storico artistici.

giovedì 15 maggio 2014

BILANCIO DELLA FONDAZIONE ANNO 2013


PER LA PRIMA VOLTA IL BILANCIO ON-LINE DELLA FONDAZIONE


Con soddisfazione pubblichiamo il prospetto del bilancio anno 2013 della Fondazione così come approvato in data 9 maggio 2014 all'unanimità dal CdA, documento spedito, come per legge, alla Regione Calabria per i doversosi controlli.

A breve tale documento sarà anche pubblicato all'albo pretorio on-line del Comune di Cerchiara.

E' la prima volta che il bilancio della Fondazione viene reso pubblico con la sua pubblicazione on-line (a parte la sua affissione nella bacheca esterna posta dinanzi alla sede della FOndazione), e ció in perfetta sintonia con quanto questo CdA sta cercando di fare in tema di trasparenza e condivisione del proprio operato amministrativo.

Il bilancio analitico mese per mese é a disposizione di chi vorrà visionarlo previa semplice richiesta.

Un altro passo avanti importante per la valorizzazione del patrimonio della Fondazione anche sotto l'aspetto, non meno importante, dei conti e della amministrazione.

BILANCIO 2013 p.1


BILANCIO 2013 p. 2
        



mercoledì 19 febbraio 2014

PREMIO DI STUDIO "DON VINCENZO BARONE"



Pre la prima volta nella storia della Fondazione di Santa Maria delle Armi, primo atto concreto dell'Accordo Quadro siglato con l'Università della Calabria, è stato pubblicato il primo bando per l'assegnazione di un premio di studio dedicato al compianto DON VINCENZO BARONE, storico e scrittore cerchiarese recentemente scomparso.

Il bando avrà cadenza annuale per i prossimi cinque anni.

Don Vincenzo Barone (Cerchiara 1921-Cosenza 2013)
page4image20304
Il premio è rivolto agli studenti del dipartimento di Studi Umanistici e finalizzato alla preparazione di una tesi di laurea magistrale. L'obiettivo è quello di favorire la conoscenza del patrimonio storico, artistico e archivistico del Santuario di Santa Maria delle Armi, di Cerchiara e del suo territorio dal medioevo all’epoca contemporanea.

Gli studenti interessati a partecipare al presente bando di concorso dovranno inoltrare domanda in carta libera, indirizzata al Direttore del Dipartimento di Studi Umanistici, Università della Calabria, Ponte P. Bucci, cubo 28/B, 87036 Arcavacata di Rende (CS), recapitata a mano – nei giorni da lunedì a venerdì dalle ore 11,00 alle ore 13,00 – direttamente agli uffici del suddetto Dipartimento, ovvero a mezzo raccomandata A.R., entro le ore 12:00 del 28/03/2014. A tal fine si evidenzia che, nel caso di spedizione, saranno accettate domande spedite tramite servizio postale, purché pervenute entro la data di scadenza del bando.

Il Premio  sarà corrisposto al termine del progetto (entro la fine del mese successivo alla discussione della tesi). Per l’occasione, il Dipartimento di Studi Umanistici organizzerà, in collaborazione con la Fondazione, un’apposita cerimonia durante la quale il Direttore del Dipartimento consegnerà il premio di studio al vincitore del concorso.

Informazioni disponibili, per gli studenti interessati, saranno date dal responsabile del procedimento dott. Sandro Biasi, e-mail: sandro.biasi@unical.it tel.: 0984494522 e sarà cura degli interessati consultare costantemente il sito http://www.studiumanistici.unical.it.

Si rimanda al testo integrale (SCARICA Il bando integrale)
____

UNICAL - Decreto Direttoriale n. 27 del 17.02.2014

BANDO DI SELEZIONE PER L' ASSEGNAZIONE DI N. 1 PREMIO DI STUDIO “DON VINCENZO BARONE” AVENTE PER OGGETTO ATTIVITÀ DI RICERCA FINALIZZATA ALLA PREPARAZIONE DI UNA TESI DI LAUREA MAGISTRALE O A CICLO UNICO DA SVOLGERSI PRESSO IL DIPARTIMENTO DI STUDI UMANISTICI DELL’UNIVERSITÀ DELLA CALABRIA

Il DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO

Viste le leggi sull’istruzione universitaria;
Visto lo Statuto dell’Università della Calabria;
Visto il protocollo d’intesa, stipulato per la promozione di attività di ricerca

finalizzata alla preparazione di una tesi di laurea, tra il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università della Calabria e la Fondazione di Santa Maria delle Armi con sede in via Garibaldi 39, in Cerchiara di Calabria;
Vista la delibera del Consiglio del Dipartimento di Studi Umanistici presa nella seduta del 24 ottobre 2013, durante il quale è stata presentata l’iniziativa;
Accertata la disponibilità finanziaria derivante dall’attribuzione di un contributo messo a disposizione dalla Fondazione di Santa Maria delle Armi.

DECRETA
Art. 1 Emanazione del bando

È emanato il seguente bando di concorso per titoli e colloquio per l’attribuzione di n. 1 premio di studio “Don Vincenzo Barone” finalizzato alla preparazione di una tesi di laurea magistrale o a ciclo unico, attribuito dal Dipartimento di Studi Umanistici in virtù del finanziamento concesso dalla Fondazione S. Maria delle Armi con sede in Cerchiara (CS) e riservato a studenti universitari laureandi iscritti a un anno non oltre il primo fuori corso del corso di laurea magistrale o specialistica o all’ultimo anno del corso di laurea a ciclo unico tra i corsi di laurea attivati presso il Dipartimento di Studi Umanistici per l’anno accademico 2013/2014.

Art. 2 Motivazione e obiettivi del progetto
Lo scopo del premio di studio “Don Vincenzo Barone” è di promuovere la conoscenza del patrimonio storico, artistico e archivistico del Santuario di Santa Maria delle Armi, di Cerchiara e del suo territorio dal medioevo all’epoca contemporanea.


Art. 3 Indizione procedura selettiva
Per quanto espresso nei due precedenti articoli, è indetta una procedura selettiva, per titoli di merito e colloquio, volta all’attribuzione di n. 1 premio di studio del
valore di € 1.500,00 (millecinquecento/00).

Art. 4 Requisiti per l’ammissione
Possono partecipare al concorso gli studenti universitari, regolarmente iscritti all’Università della Calabria, che stanno iniziando la ricerca per la tesi di laurea in uno dei corsi di laurea descritti nell’art. 1. Non potranno presentare domanda gli studenti già in possesso di un titolo di studio universitario di secondo livello.
Per difetto dei requisiti può essere disposta, in qualsiasi momento procedurale, l’esclusione del candidato con decreto motivato dal Direttore del Dipartimento di Studi Umanistici; l’eventuale ammissione si dovrà pertanto ritenere in ogni caso effettuata con riserva.


Art. 5 Presentazione della domanda
Gli studenti interessati a partecipare al presente bando di concorso dovranno inoltrare domanda in carta libera (secondo lo schema dell’allegato A), redatta e sottoscritta in carta semplice, indirizzata al Direttore del Dipartimento di Studi Umanistici, Università della Calabria, Ponte P. Bucci, cubo 28/B, 87036 Arcavacata di Rende (CS), recapitata a mano – nei giorni da lunedì a venerdì dalle ore 11,00 alle ore 13,00 – direttamente agli uffici del suddetto Dipartimento, ovvero a mezzo raccomandata A.R., entro le ore 12:00 del 28/03/2014. A tal fine si evidenzia che, nel caso di spedizione, saranno accettate domande spedite tramite servizio postale, purché pervenute entro la data di scadenza del bando.

Sul plico contenente la domanda e la documentazione allegata dovrà essere riportata la dicitura “Premio di studio “Don Vincenzo Barone”, nonché il cognome il nome e l’indirizzo del candidato.
Nella domanda di partecipazione l’interessato dovrà dichiarare sotto la propria responsabilità:
  1. il cognome ed il nome;
  2. la data e il luogo di nascita
  3. la residenza, con l’indicazione della via, del numero civico, della città, della
    provincia, del codice di avviamento postale;
  4. il codice fiscale;
  5. l’iscrizione al corso di laurea specialistica/magistrale o a ciclo unico afferente
    al Dipartimento di Studi Umanistici;
  6. n. di matricola;
  7. numero telefonico e indirizzo e-mail;
    Gli aspiranti candidati dovranno apporre, a pena di esclusione, in calce alla
domanda, la propria firma ed allegare copia di documento di riconoscimento.
Fermi restando i casi di esclusione espressamente indicati nel bando, potrà essere richiesta in qualsiasi momento la regolarizzazione delle domande che, sottoscritte e spedite nei termini, dovessero risultare formalmente irregolari per vizi sanabili.
Il Dipartimento di Studi Umanistici non assume alcuna responsabilità per la dispersione di comunicazioni dipendente da inesatta indicazione del recapito da parte degli aspiranti o da mancata oppure tardiva comunicazione del cambiamento di indirizzo indicato nella domanda, né per eventuali disguidi postali o telegrafici o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore.
I partecipanti al concorso dovranno allegare alla domanda, anche in fotocopia o con autocertificazione la seguente documentazione:
  1. a)  Copia del certificato di iscrizione con l’indicazione degli esami sostenuti e le relative votazioni;
  2. b)  Copia di un documento d’identità valido (solo per chi non presenta certificazione in originale);
  3. c)  Dichiarazione indicante il titolo della tesi proposta, una sintesi della tesi stessa, i nomi del relatore e del correlatore, le sedi archivistiche o bibliotecarie e il tipo di materiale che vi si intende consultare.
  4. d)  Attestato del relatore in riferimento a quanto indicato nel punto C.
  5. e)  Curriculum Studiorum.
    Art. 6 Commissione giudicatrice
La selezione dei candidati al Premio di Studio “Don Vincenzo Barone” verrà effettuata da una Commissione esaminatrice composta da 3 membri: due membri nominati dal Direttore del Dipartimento, un membro nominato dalla Fondazione di Santa Maria delle Armi. La Commissione stessa nominerà al suo interno il Presidente e il Verbalizzante.

Art. 7 Procedura di valutazione e graduatoria
La commissione esaminatrice procederà alla selezione mediante la valutazione della documentazione presentata dai candidati.
La graduatoria generale di merito sarà formulata sulla base di punteggi valutati in funzione dei seguenti parametri:
a) Titoli:
1. il voto medio ottenuto agli esami sostenuti all’atto della presentazione della domanda di partecipazione con l’attribuzione del seguente punteggio:
voto medio = 30 voto medio = 29 voto medio = 28 voto medio = 27
20 punti 18 punti 16 punti 14 punti
2. il numero di crediti acquisiti - non meno di 80 cfu - all’atto della presentazione della domanda di partecipazione, con l’attribuzione di un punteggio derivante dalla seguente formula
punti _ crediti  crediti _ acquisiti  0.2
b) Colloquio inerente al progetto, con l’attribuzione di un punteggio fino a

un massimo di punti 30.
Il punteggio complessivo di ogni partecipante al concorso sarà quindi determinato mediante la seguente formula
Punteggio: punti_media + punti_crediti + punti colloquio
In caso di parità di punteggio, sarà data precedenza allo studente più giovane.
La suddetta graduatoria sarà resa pubblica sul sito web http://www.studiumanistici.unical.it.

Art. 8 Conferimento del premio di studio
Entro 5 giorni dalla pubblicazione della graduatoria, lo studente vincitore della selezione sarà avvisato per mezzo di e-mail o di telefono. Lo stesso vincitore dovrà far pervenire con le stesse modalità conferma della accettazione o non accettazione del premio di studio. La mancata conferma sarà considerata rinuncia.
Chi avrà rilasciato dichiarazioni mendaci sarà dichiarato decaduto.
In caso di rinuncia o di decadenza del vincitore, il premio verrà assegnato al primo degli idonei secondo l’ordine della graduatoria generale di merito.
Il vincitore dovrà cominciare lo svolgimento della tesi inerente al premio entro tre mesi dall’assegnazione e darne comunicazione al Direttore del Dipartimento; la comunicazione deve essere sottoscritta dal relatore.
Il premio di studio della suddetta selezione, può essere cumulato con altre borse di studio.


Art. 9 Decadenza del vincitore
In caso di mancato completamento del percorso di Laurea entro l’anno accademico successivo al bando, la Commissione si riserva di procedere insindacabilmente alla
formalizzazione della decadenza del vincitore.

Art. 10 Pagamento del premio
Il pagamento del Premio di Studio, dell’importo di € 1.500,00 (millecinquecento/00), finanziato dalla Fondazione di Santa Maria delle Armi con sede in via Garibaldi 39, in Cerchiara di Calabria, sarà erogato dal Dipartimento di Studi Umanistici, previo versamento della somma suddetta allo stesso Dipartimento da parte della Fondazione.
L’importo del Premio sarà corrisposto in un’unica soluzione al termine del progetto (entro la fine del mese successivo alla discussione della tesi). Per l’occasione, il Dipartimento di Studi Umanistici organizzerà, in collaborazione con la Fondazione, un’apposita cerimonia durante la quale il Direttore del Dipartimento consegnerà il premio di studio al vincitore del concorso.page4image20304
Il vincitore si impegnerà a consegnare alla Fondazione di Santa Maria delle Armi copia rilegata della tesi di laurea oggetto del premio.

Art. 11 Trattamento dei dati personali
Ai sensi dell’art. 10, comma 1, della legge 31.12.1996 n. 675, i dati personali forniti dai candidati saranno raccolti presso l’Università della Calabria, per le finalità di gestione della selezione e saranno trattati per le finalità inerenti la gestione del rapporto medesimo. Il conferimento di tali dati è obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione, pena esclusione dalla partecipazione. Le medesime informazioni potranno essere comunicate unicamente alle amministrazioni pubbliche direttamente interessate alla posizione giuridica dei candidati. Gli interessati godono dei diritti di cui all’art. 13 della citata legge, tra i quali figura il diritto di accesso ai dati che le riguardano, nonché alcuni diritti complementari tra cui il diritto di far rettificare, aggiornare, completare o cancellare i dati erronei, incompleti o raccolti in termini non conformi alla legge, nonché il diritto di opporsi al loro trattamento per motivi legittimi.

Art. 12 Informazioni
Informazioni disponibili, per gli studenti interessati a partecipare al concorso di cui al presente bando, saranno date dal responsabile del procedimento dott. Sandro Biasi, e-mail: sandro.biasi@unical.it tel.: 0984494522 e sarà cura degli interessati consultare costantemente il sito http://www.studiumanistici.unical.it.

Art. 13 Pubblicità
Il presente bando verrà pubblicato all’Albo ufficiale dell’Ufficio del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università della Calabria.
Dello stesso sarà data diffusione sul sito web dell’Università www.unical.it/portale/concorsi/, sul sito web del Dipartimento http://www.studiumanistici.unical.it e sul blog della Fondazione di Santa Maria delle Armi http://fondazionearmi.blogspot.it/

lunedì 17 febbraio 2014

COMO: SECONDO ANNIVERSARIO PELLEGRINAGGIO DELLA MADONNA DELLE ARMI


Anche quest’anno la FONDAZIONE SANTA MARIA DELLE ARMI, con un folto gruppo di pellegrini da Cerchiara, sarà presente alla festa (in programma per l'8 e il 9 marzo 2014) in onore della Madonna che si terrà ad oltre mille chilometri di distanza. Una meravigliosa iniziativa che unisce i devoti della Sacra Vergine delle Armi in terre di emigranti. 
Sono pagine di storia scritte da centinaia e centinaia di cerchiaresi che dimostrano l'amore profondo e incancellabile verso la loro/la nostra preziosa MAMMA!



breve PROGRAMMA
Santuario SS. Trinità Misericordiosa, Villa Guardia COMO

Sabato
ore 18 - Santa Messa Festiva
ore 19 - Breve celebrazione e posizionamento immagine nel Santuario
ore 20 - Cena comunitaria

Domenica 
ore 10 - Musiche e poesie con tema emigrazione
ore 12 - Pranzo comunitario
ore 15 - Processione per le vie di Villa Guardia
ore 15.30 - S. Messa Solenne presieduta da mons. Feroldi ed incoronazione dell'immagine della Madonna
ore 18 - rinfresco e ringraziamenti

Pre informazioni:
info@trinitamisericordia.net

3385018940 (rif. Pietro De Paola)